X-Men: Giorni di un futuro passato è il titolo del prossimo film che vede coinvolti i “professori” della Scuola per giovani dotati. La storia del film è ispirata a quella del fumetto Giorni di un futuro passato scritto da Chris Claremont e John Byrne. La regia, invece, viene affidata a Bryan Singer, regista dei primi due film; mentre per il cast vi invitiamo a leggere prima la trama.

Trama

Nell’arco narrativo Giorni di un futuro passato  del 1981, ambientato in un futuro alternativo distopico in cui gli USA sono dominati dalla Sentinelle e i mutanti vivono in campi di concentramento, un’adulta Kitty Pryde torna indietro nel tempo e impedisce un assassinio causato dalla Fratellanza che scatenerà una catastrofica isteria anti-mutanti. La trama alterna scene nel futuro e nel presente.

Trama spoiler:

Diversi anni dopo gli eventi di Wolverine – L’Immortale, Logan è tornato dagli X-men, e da Charles Xavier che, ritornato in vita, li ha riuniti per combattere una guerra contro le Sentinelle, spietati esseri che minacciano di distruggere i mutanti. Perfino Magneto, dopo aver riacquistato i poteri, decide di allearsi con lui. A seguito di numerosi scontri, Xavier e Magneto decidono di mandare Logan indietro nel tempo per cambiare la storia e impedire l’inizio della guerra. Aiutato dagli Xavier e Magneto del passato, Logan dovrà combattere per salvare il futuro.

Visto che si parla di viaggi nel tempo, all’interno del cast troviamo sia attori dell’originale trilogia, come Patrick StewartIan McKellen in Professor X e Magneto o Hugh Jackman in Wolverine, ma anche attori come James McAvoyMichael Fassbender che hanno interpretato il professore e Magneto nel film X-Men: First Class.

Come si può notare, la trama è una bella gatta da pelare; si tratta sempre di dover raccontare qualcosa che su un albo a fumetti poteva usufruire di tutta l’immaginazione possibile, qualcosa che con una matita ed un foglio era facile sia da raccontare che da immaginare. Chissà come il regista gestirà il film; cercando di rendere gli stacchi temporali dei viaggi nel tempo i più fluidi possibili,  di dare il giusto spazio ad ogni attore (visto che avranno quasi tutto un ruolo fondamentale) e di non staccarsi troppo dalla storia raccontata nel fumetto. Per fortuna 3 mesi sono poco, soprattutto per chi sa aspettare e per chi si aspetta tanto dai film targati Marvel, di seguito vi lascio con qualche foto per stuzzicarvi un po’.

Foto | Empire Magazine